lunedì 29 maggio 2017

(La rassegna generale della stampa che segue è aggiornata alle ore 20:10 di lunedi 29 maggio)

Su "La lettura" del Corriere della Sera del 28 Maggio 2017 vengono riportate le classifiche dei libri più venduti. Questa settimana Istinto di morte e conoscenza è decimo in graduatoria nella saggistica.
VEDI ANCHE QUI

LA RASSEGNA DELLA STAMPA AGGIORNATA A OGGI È DISPONIBILE QUI DI SEGUITO


«Domenica 21 maggio a Torino... È stato un evento straordinario. Consiglio caldamente al lettore che non lo abbia visto di andarselo a guardare (si trova su segnalazioni.blogspot.com)».
da Matteo Fago su “La regina della notte” Left 21, 27 maggio 2017, p. 3, cfr anche pp. 51-52.

DOMENICA 21 MAGGIO 2017, SALA 500 DEL LINGOTTO DI TORINO
OMAGGIO A MASSIMO FAGIOLI

Domenica 21 maggio 2017 in aggiunta alla Sala 500 del Lingotto di Torino sono state collegate in diretta streaming anche altre due sale attigue e lo stand dell'Asino d'oro edizioni.
La registrazione dell'evento è disponibile qui.
I collegamenti in diretta streaming con Torino sono stati più di undicimila. 

Il video è stato prodotto dall'Associazione culturale Amore e Psiche
Le riprese sono state di Mawivideo
La diffusione sul blog garantita dal team di "Segnalazioni"













Un nuovo movimento culturale, scientifico, umanistico.
https://twitter.com/LasinoDoroEdiz



Venerdì 19 maggio 2017 torna nelle librerie "Istinto di morte e conoscenza",
il capolavoro teorico di Massimo Fagioli per L'Asino d'oro edizioni.

Torna in libreria a distanza di 47 anni dalla prima edizione il capolavoro teorico di Massimo Fagioli, lo psichiatra dell’Analisi collettiva, di recente scomparso, che con Istinto di morte e conoscenza, scritto nel 1970 e nel 2010 pubblicato da L’Asino d’oro in una nuova edizione, ha rivoluzionato dalle fondamenta la conoscenza sulla mente umana, a partire dalla scoperta dell’origine biologica del non cosciente.
 
Il libro ha raggiunto in quasi cinquant’anni di esistenza una diffusione di decine di migliaia di copie, affermandosi come testo all’avanguardia della psichiatria moderna, in ambienti culturali e scientifici internazionali, oltreché sui mass media, in televisione e sui giornali.
 
Il volume contiene le idee e le scoperte fondamentali che Fagioli pone alla base dell’elaborazione della Teoria della  nascita, in seguito sviluppata e approfondita, nel 1974, in altri due volumi (La marionetta e il burattino e Teoria della nascita e castrazione umana) e poi completata nel 1979 da un quarto libro (Bambino, donna e trasformazione dell’uomo).
 
In Istinto di morte e conoscenza, Fagioli delinea la scoperta sull’origine del pensiero umano, come realtà non cosciente del neonato che inizia quando la luce, attraverso la retina, attiva la sostanza cerebrale e, in un attimo senza tempo, la pulsione contro la realtà circostante, con la vitalità, creano dal feto l’essere umano.
 
Uscito nel 2011 in lingua tedesca (Todestrieb und Erkenntnis), il libro è in corso di traduzione in inglese, in francese e in cinese. Una edizione del libro in portoghese sta per uscire in Brasile.
MASSIMO FAGIOLI
Medico, specializzato in neuropsichiatria, dopo diversi anni di lavoro come psichiatra che cercava una psicoterapia delle psicosi, propose nel 1971 il risultato delle sue esperienze e della sua formazione con il libro Istinto di morte e conoscenza che suscitò clamorose reazioni. Poi con La marionetta e il burattino (1974) e Teoria della nascita e castrazione umana (1974) e Bambino donna e trasformazione dell’uomo (1979) confermò tutta l’impostazione della Teoria. Dal 1975 al 2016 ha tenuto una particolarissima psicoterapia di gruppo nota come Analisi collettiva con migliaia di partecipanti e che, tra l’altro, ha formato centinaia di psichiatri e di psicoterapeuti. È autore di ventitré libri. Dal 2006 al 2017 ha firmato una rubrica sul settimanale “left”, le cui raccolte sono diventate una collana della casa editrice. Alcuni suoi corsi universitari sono raccolti nei volumi “Storia di una ricerca”, “Das Unbewusste. L’inconoscibile”, “Una vita irrazionale”, “Fantasia di sparizione”, “Il pensiero nuovo”, “L’uomo nel cortile”, “Settimo anno”, “Religione, Ragione e Libertà”, “L’idea della nascita umana” e “Materia energia pensiero”. 

CLICCA SULLE FRECCE PER FAR SCORRERE LE IMMAGINI DISPONIBILI
TORINO 2017






Venerdì 19 maggio Francesca Fagioli è stata ospite in diretta a Fatti e Misfatti, la rubrica di Paolo Liguori, direttore di Tgcom 24, per parlare della nuova edizione di Istinto di morte e conoscenza e dell'omaggio a Massimo Fagioli in programma domenica 21 maggio al Salone del Libro di Torino.
Un nuovo movimento culturale, scientifico, umanistico.
https://twitter.com/LasinoDoroEdiz





Domenica 21 maggio Francesca Fagioli è stata intervistata
da RaiNews24. L'intervista è andata in onda alle ore 22:45
dello stesso giorno.
si ringrazia Mario Cirillo



IL FILM VITA DI PI, DI ANG LEE, DEL 2012
PUÒ ESSERE NOLEGGIATO A 2.99 O ESSERE ACQUISTATO A 8.99
DALLA PIATTAFORMA CHILI CINEMA IN QUALSIASI MOMENTO QUI









ULTIMO AGGIORNAMENTO, LUNEDI 29 MAGGIO ORE 20:10

 


«Reazione, pulsione, vitalità, creazione, esistenza, tempo, capacità di immaginare.
Forza, movimento, suono, memoria, certezza che esiste un seno.
Percezione cosciente, fantasia, linea, senso, volto»
Massimo Fagioli sul n. 27/2016 di LEFT

«Una lotta, senza armi, soltanto rivoluzione del pensiero e parola»
Massimo Fagioli sul n°49/2008 di LEFT

«Una posizione personale di realizzazione umana completa nel senso di vivere una disponibilità per gli altri senza secondi fini di vantaggi materiali o di vantaggi psicologici».
Massimo Fagioli, Istinto di morte e conoscenza, L’Asino d’oro edizioni, Roma 2010, pag.248

«Troppo difficile per loro la comprensione della dialettica, troppo pesante il conflitto di sentirsi cattivi nel momento del rifiuto.Troppo lontano, da loro, l’interesse per gli altri, troppo povero l’amore per volere una realtà degli uomini diversa dall’attuale».
Massimo Fagioli, Premessa alla quinta edizione di Istinto di morte e conoscenza, L’Asino d’oro edizioni, Roma 2010, pag.43

«Origine materiale. Facile a dirsi. Poi, andando a fondo, si scopre che è difficile, difficilissimo nonostante più di 100 anni di materialismo storico ateo, più di 200 dall'illuminismo ugualmente ateo. È che accettare realmente, nell'inconscio, come realizzazione psichica profonda, e non soltanto come sbandieramento di un concetto astratto o come dovere di coerenza cosciente, l'origine materiale, innanzitutto la propria, significa subito accettare la fine di questa propria realtà materiale. Significa cioè rinunciare all'idea di eternità, spiritello maligno nascosto nella mente di tante persone.
Tutti vogliono restare, nessuno sa accettare di andarsene dopo essere stato ed aver fatto. L'annullamento della nascita, della prima e fondamentale separazione, conduce poi a non fare e non accettare più separazioni mai e da nessuno. Conduce a vivere come se il tempo non passasse, come se si fosse sempre nello stato di prima. Ogni novità, personale, sociale, storica, culturale, viene continuamente annullata. Perché la novità mette in crisi lo status, la norma, e lo rende passato. Lo mette da parte. E si scatena il conflitto e la lotta tra il nuovo e coloro che non sanno modificarsi. Coloro che non riescono ad aprirsi ad una recettività per rapportarsi a quanto prima non c'era.
L'uomo che non ha scoperto la nascita non riesce ad accettare nessuna nascita, resta sempre conservatore, reazionario, ovvero reagisce con l'annullamento di fronte ad ogni nuovo che compare. Non accetta neppure i propri nati, li distrugge, li fa impazzire».
Massimo Fagioli, in Bambino donna e trasformazione dell’uomo. Risposta alla Domanda n. 16

«E qui c'è la grande storia nostra, perché non c'è stata mai la differenza, non è mai stata fatta nella storia: occorre distinguere nettamente la figura del ricordo cosciente dalla creazione dell'immagine mentale»
dall'intervista a Massimo Fagioli contenuta in Attacco all'arte di Simona Maggiorelli, L'Asino d'oro edizioni, Roma 2017, pag. 143

«Il tempo della vita umana che inizia con la nascita non è il tempo del feto che si forma nell’utero. Il tempo del movimento della realtà biologica rientra nella realtà dell’universo. Poi accade quanto detto: il giungere della luce sulla retina provoca la realizzazione di una realtà non materiale denominata pulsione. Una realtà non materiale che è la base del pensiero umano».
Left n°2/2017 




L'OFFERTA DI INFORMAZIONE E DI OCCASIONI DI RIFLESSIONI CRITICHE DI "SEGNALAZIONI" È IN PROGRESSIVO ALLARGAMENTO.
CERCHIAMO QUOTIDIANAMENTE DI GARANTIRE SUGGERIMENTI DI LETTURA DA Il Sole 24 Ore, Il Corriere della SeraLa Stampa DI TORINO, OLTRE CHE  DA La Repubblica, Il Fatto, Il Manifesto, Internazionale, Pagina 99, Limes E L'Espresso.


SULLA STAMPA DI DOMENICA 28 E LUNEDI 29 MAGGIO:

Repubblica 29.5.17
Hannah & Benji
Lezioni d’amore e rancore nella Scuola di Francoforte
Una serie di lettere, documenti e testimonianze firmate dai due protagonisti ricostruiscono gli ultimi mesi di Walter Benjamin Ne esce un ritratto non edificante di Adorno e Scholem che insieme all’autrice della “Banalità del male” si contesero a lungo e con qualche colpo basso, l’eredità intellettuale del grande pensatore
di Antonio Gnoli
qui

Corriere 29.5.17
La chiesa, l’impegno politico e il nuovo vertice della Cei
di Ernesto Galli della Loggia
qui

Repubblica 29.5.17

La benedizione grillina al patto del Nazareno
di Massimo Giannini
qui

Repubblica 29.5.17
Le amministrative, il primo vero test politico
di Ilvo Diamanti
qui

Corriere 29.5.17
E Calvino creò la puntualità
il riformatore fu spesso denigrato ma cambiò la cultura occidentale
di Paolo Mieli
qui

Corriere 29.5.17

Cina: appuntamenti al buio (di massa) Il partito diventa agenzia matrimoniale
Linee guida anche alle aziende che obbligano i single a incontri «per trovare l’anima gemella»
di Guido Santevecchi
qui

La Lettura del Corriere 28.5.17
Una tigre un po’ reale e un po’ no: con lei un collage di belve filmate
qui

La Lettura del Corriere 28.5.17
Confini aperti o chiusi? I migranti dividono i filosofi
Nida-Rümelin: senza frontiere si scioglie lo Stato
Di Cesare: ma il territorio non è proprietà privata
qui

La Lettura del Corriere 28.5.17

La razza non c’entra Il razzismo è politica
Il pregiudizio è una faccenda complicata, mostra lo storico portoghese Francisco
di Antonio Carioti
qui

La Lettura del Corriere 28.5.17
La fuga senza fine dei mancati Lutero italiani
di Micaela Valente
qui

Il Sole 28.5.17
A tavola con. Carlo Rovelli
Il fisico che gioca d’azzardo con il tempo
di Paolo Bricco
qui

Il Sole Domenica 28.5.17
I Vizi di Giotto spiegati in poesia
Importante recupero nella Cappella degli Scrovegni: decifrate tutte le iscrizioni sotto i Vizi e le Virtù ritenute perdute. Si tratta di versi che descrivono le figure
di Salvatore Settis
qui

Il Sole Domenica 28.5.17
Dibattito sulla scuola
L’equilibrio tra sapere e saper insegnare
di Manuela Ghizzoni e Mila Spicola
qui

Il Sole Domenica 28.5.17

Critica della ragion fisica
Credere nell’inflazione cosmica?
Moda, fede e fantasia: Roger Penrose mostra con grande maestria i lati deboli di Big Bang e teoria delle stringhe
di Vincenzo Barone
qui

Il Sole Domenica 28.5.17
Neuroscienze
Cervelli «autoreferenziali»
di Arnaldo Benini
qui

Il Sole Domenica 28.5.17
La caduta del duce
Il giallo del Gran Consiglio
Troppi verbali postumi rimettono in discussione il resoconto di quella notte drammatica del ’43. Di sicuro rimane solo il voto finale
di Emilio Gentile
qui

Il Sole Domenica 28.5.17
Provocazioni
Caporetto non fu una Caporetto
di Alfredo Sessa
qui

il manifesto 28.5.17
Israele cede, successo per lo sciopero della fame dei detenuti palestinesi
Israele/Territori occupati. Dopo 40 giorni il digiuno è terminato venerdì notte, dopo ore di trattative tra gli scioperanti, le autorità carcerarie e la Croce Rossa. Israele costretto ad accettare alcune delle richieste presentate dal promotore della protesta, il leader incarcerato di Fatah Marwan Barghouti che emerge ancora più popolare e influente
di Michele Giorgio
qui

La Stampa 29.5.17

Viaggio nei luoghi di Israele dove cinquant’anni fa morì il nazionalismo arabo
Dopo i conflitti con gli Stati ora le minacce arrivano dai gruppi islamici
di Domenico Quirico
qui

Repubblica 29.5.17
Lo scrittore Assaf Gavron sulla scelta alla vigilia dei cinquant’anni dalla Guerra dei Sei Giorni
“Il governo nei tunnel del Muro del Pianto così Netanyahu sfida chi vuole la pace”
di Francesca Caferri
qui

il manifesto 28.5.17
Aristotelismo dai bolognesi a Dante
Filosofia medievale. Una ricca silloge del Mulino a cura di Carla Casagrande e Gianfranco Fioravanti («La filosofia in Italia al tempo di Dante») ricostruisce l’epoca delle «disputazioni» universitarie
di Mario Mancini
qui

Il Fatto 28.5.17
“In piazza contro chi imbroglia i lavoratori e la democrazia”
Maurizio Landini Il leader dei metalmeccanici Cgil contesta il ritorno dei voucher: ieri era il giorno del referendum poi saltato
di Luciano Cerasa
qui

Repubblica 29.5.17
“Beren e Lúthien” è l’ennesimo libro postumo dell’autore del “Signore degli anelli”
Tolkien Quella saga ormai divenuta cantiere infinito
di Michele Mari
qui


SULLA STAMPA DI SABATO 27 MAGGIO:

Corriere.it 27.05.17
Omeopazzia
di Massimo Gramellini

Un bimbo di sette anni è morto per un'otite. Un'infezione curata con le pillole omeopatiche è degenerata al punto che il pus ha raggiunto le pareti del cervello. Non mi permetto di giudicare quello dei suoi genitori, anche se la tentazione sarebbe forte. Di loro sappiamo che abitano in un paese sdraiato sui colli incantati di Urbino e che sono una coppia stimata di commercianti. Nessuna storia di degrado o di devianza. Eppure riesce difficile immaginare che un padre e una madre, al capezzale di un figlio piccolo che si lamenta per il dolore e la febbre alta, possano rimanere insensibili per settimane all'impulso primordiale di proteggerlo, chiamando un medico affinché gli prescriva degli antibiotici.
Ho conosciuto Christian Boiron, il titolare dei più famosi laboratori omeopatici del mondo. È un uomo equilibrato e saggio, che diffida di chi si cura soltanto con l'omeopatia. Sostiene che bisogna alternare i farmaci a seconda delle patologie e delle necessità. Purtroppo ci sono persone così deboli e insicure che non riescono a vivere senza appoggiarsi a un dogma. Non importa se religioso, materialista, scientifico, antiscientifico, carnivoro, vegano. Purché si tratti di un precetto che, in nome di una qualche presunta verità assoluta, li dispensi dalla fatica di adeguare i comportamenti alle situazioni. Ognuno ha il diritto di consegnarsi a una vita rigida da esaltato. Ma appena il fanatismo tracima all'esterno smette di essere un diritto per diventare un problema. E, se lambisce la creatura di cui si è responsabili, un delitto.

Corriere 27.5.17
Corbyn, gli interventi militari occidentali in Medio Oriente la vera causa della violenza islamista.
di Luigi Ippolito


Ma c’è chi invece vede le radici del terrore da tutt’altra parte: ed è il leader laburista Jeremy Corbyn. Che ieri ha ripreso la campagna elettorale con un discorso in cui ha accusato gli interventi militari occidentali in Medio Oriente di essere la vera causa della violenza islamista. Un punto vista bollato come «assolutamente mostruoso» dal ministro degli Esteri Boris Johnson, che ha accusato i laburisti di «giustificare» il terrorismo.
«Molti esperti, inclusi professionisti dell’ intelligence e dei servizi di sicurezza — ha affermato Corbyn — hanno messo l’accento sulla connessione fra le guerre che il nostro governo ha sostenuto o combattuto in altri Paesi e il terrorismo qui in casa nostra». «Dobbiamo essere abbastanza coraggiosi da ammettere che la “guerra al terrore” semplicemente non funziona — ha concluso il leader laburista —. Serve un modo più intelligente di ridurre la minaccia». Corbyn ha anche messo sotto accusa il sistema carcerario, colpevole di produrre «una sottocultura di violenza suicida» fra i giovani dietro le sbarre.
Tutte tesi che hanno già sollevato polemiche in Gran Bretagna, dove Theresa May è vista come più affidabile del suo avversario sui temi della sicurezza. Ma i sondaggi generali raccontano invece di brutte novità per la leader del governo: il suo vantaggio iniziale di 24 punti percentuali sui laburisti si è ridotto a soli 5 punti, 43 contro 38. Se si votasse adesso, i conservatori si ritroverebbero con una maggioranza di soli due seggi rispetto ai 17 attuali: per Theresa May sarebbe una catastrofe, visto che ha indetto le elezioni anticipate l’8 giugno proprio per incrementare decisamente il suo bottino di seggi e avere così mani libere in Parlamento.
Il primo ministro sconta la figuraccia del programma sull’assistenza agli anziani, che minacciava di far pagare ai vecchi infermi tutte le cure fino a dover vendere la casa. Una proposta che è stata ritirata dopo pochi giorni di fronte alle critiche generali.
I mercati sembrano realmente temere una vittoria laburista e ieri la sterlina è scesa ai minimi da un mese a questa parte, spinta anche dai segni di rallentamento dell’economia.

Il Fatto 27.5.17
“Recalcati? La psicanalisi al servizio di Renzi”
L’allievo di Lacan contro il collega: “Non possiamo avere etichette politiche”
di Ferruccio Sansa
qui

La Stampa 27.5.17
Licenziata al rientro dalla maternità
I 230 dipendenti bloccano la fabbrica
Bergamo, l’impiegata trentenne è l’unica ad aver perso il posto alla Reggiani Macchine L’azienda: è tutto regolare, quella mansione non serviva più. Ma i colleghi si ribellano
di Chiara Baldi
qui

Repubblica 27.5.17
Il governo tira dritto: voto sui voucher-bis
Presentato l’emendamento con il limite a 5000 euro, oggi il testo in Commissione
Mdp: “Così non votiamo la fiducia”
Il sostegno della Lega e le probabili assenze di Forza Italia potrebbero servire per l’approvazione
di Roberto Petrini
qui

il manifesto 27.5.17
Pubblicato Voucher, Cgil in rivolta
Contro il blitz del governo. Mobilitazione e ricorso alla Consulta. Susanna Camusso attacca il «grande pasticcio» dell’esecutivo: stop al ritorno dei «buoni lavoro»
di Roberto Ciccarelli
qui

Repubblica 27.5.17
La Segretaria Cgil alla camera
Camusso: “Un pasticcio testo peggio del passato”
di Valentina Conte
qui

Repubblica 27.5.17
Tutti sulla giostra dell’ipocrisia
di Michele Ainis
qui

La Stampa 27.5.17
Nel suo feudo Bersani va da solo
E il candidato Pd ripudia Renzi
A Piacenza il favorito è Rizzi, appoggiato dai dem: “Il sostegno di Matteo? Inutile”
Niente alleanza con Mdp. E il centrodestra diviso sogna la rimonta al ballottaggio
di Francesca Schianchi
qui

Repubblica 27.5.17
Tar, musei e rispetto delle leggi
di Tomaso Montanari
qui

Repubblica 27.5.17
Collocò i papi all’inferno Separò teologia e politica E le sue opere furono bandite
Il Dante laico un eretico in Paradiso
di Vito Mancuso
qui

La Stampa 27.5.17
L’India inaugura il maxi ponte
Prova di forza contro la Cina
Dietro il rilancio economico del Nord-Est la strategia di contrattacco di Modi La struttura consentirà ai tank di avvicinarsi all’area contesa con Pechino
di Carlo Pizzati
qui

il manifesto 27.5.17
Jet Usa bombardano le famiglie dei miliziani Isis: 106 morti
Siria. Tra le vittime 42 bambini. Dall'insediamento di Trump alla Casa Bianca, si è moltiplicato il numero di morti tra Siria e Iraq. A monte maggiori poteri al Pentagono e la volontà di riprendere il controllo della situazione in Medio Oriente
di Chiara Cruciati
qui

Il Fatto 27.5.17
Metro C racconta: orti, canali, vigne (e qualche tomba)
di Antonello Caporale
qui

Il Fatto 27.3.17
Dopo Atene e Napoli, una stazione museo anche nella Capitale
In piazza Syntagma una stratigrafia dei terreni accoglie i viaggiatori. Nel capoluogo campano un tempio
Dopo Atene e Napoli, una stazione museo anche nella Capitale
di Emanuele Greco
qui

Il Fatto 27.5.17
La tomba dell’Arte svenduta e perduta da Franceschini
Tre anni di mala gestione dell’immenso patrimonio italiano, dalla guerra alle Soprintendenze al liberismo sfrenato
di Giampiero Calapà e Vittorio Emiliani
qui

il manifesto 27.5.17

Se un mostruoso Nerone risiede al Palatino
Beni culturali. Lo sfregio del palco di 14 metri innalzato nella cosiddetta Vigna Barberini per ospitare l'opera rock pagata anche dalla Regione: l'area sarà intedetta ai turisti
di Valentina Porcheddu
qui

il manifesto 27.5.17

«La guerra al terrorismo non funziona», Corbyn infrange il tabù e sale nei sondaggi
Gran Bretagna. Riparte la campagna elettorale dopo l'attentato di Manchester. La media di tutte le intenzioni di voto dà i laburisti in rapida crescita, 35% contro il 44% dei tories
di Leonardo Clausi
qui

il manifesto 27.5.17

Lo stato postmoderno dove regna la paura
Tempi. «Terrore sovrano» di Marina Calculli e Francesco Strazzari per Il Mulino. Il libro è un’ottima bussola per evitare le trappole della propaganda e i discorsi geopolitici reazionari, addentrandosi nel mondo arabo
di Simone Pieranni
qui

il manifesto 27.5.17
«Così sono scampata ai campi di sterminio»
Intervista. L'esperienza sconvolgente di Miriam Lewin, giornalista e scrittrice argentina. «Ogni mercoledì c'era chi partiva per 'il trasferimento': per i voli della morte. A noi, però, veniva detto che sarebbero andati in una fattoria della Patagonia per essere 'recuperati'. Ci credevamo, non potevamo ammettere tutto quell’orrore»
di Geraldina Colotti
qui

il manifesto 27.5.17

Culture, razze, confini
Festival. Un intervento del genetista Barbujani che oggi tiene un incontro a Dialoghi sull'uomo, scritto appositamente per Alias
di Guido Barbujani
qui

il manifesto 27.5.17
Il «drago» cinese indebitato
Nuova finanza pubblica. Forte è il timore che un'improvvisa crisi di Pechino riporti il mondo in una cupa recessione; ci si può attendere che il contagio verrebbe contenuto, ma non l’effetto domino di un crollo della crescita del paese sull’economia mondiale
di Matteo Bortolon
nella miscellanea
qui


---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

QUANTO INCASSA LA CHIESA ITALIANA.

E' tornata sotto la soglia del miliardo di euro il gettito complessivo dell'8 per mille assegnato dal Ministero dell'Economia e delle Finanze alla Chiesa italiana.
Quest'anno la CEI incasserà 986,07 milioni di euro (l'anno scorso sono stati 1.018 milioni di euro).
I dati sono stati diffusi al termine dell'assemblea generale che ha eletto come nuovo presidente il cardinale Gualtiero Bassetti. I numeri si riferiscono alle dichiarazioni dell'anno 2014 sui redditi del 2013.

I vescovi hanno deciso la seguente ripartizione da assegnare ai vari capitoli di spesa:

361,070 milioni vanno alle esigenze di culto e pastorali
(di cui 156 milioni alle diocesi, 110 milioni all'edilizia di culto, 40 milioni per nuovi edifici, 70 milioni per la tutela dei beni culturali ecclesiastici, 43,07 al fondo per la catechesi e l'educazione cristiana, 13 milioni ai tribunali ecclesiastici regionali e 39 milioni alle esigenze di rilievo nazionale).

275 milioni vanno agli interventi caritatevoli
(di cui 150 milioni alle diocesi per la carità, 85 milioni al terzo mondo, 40 milioni alle esigenze di rilievo nazionale).

350 milioni vanno al sostentamento del clero.




Qui trovate, con frequenza settimanale, una selezione di
articoli dalla stampa italiana, straniera e dai blog che riguardano
l'ITALIA, l'EUROPA e il MONDO.

Le Rassegne Settimanali precedenti e quella
dal 22 Maggio - al 27 Maggio sono QUI
 

Articoli sul salone del libro di Torino

Dopo il boom di Torino da 165.746 visitatori,
gli editori ripensano il rapporto tra le due fiere rivali
La Repubblica, 23.5.2017
Di Simonetta Fiori

La critica di Nicola Lagioia:
«Triste l’assenza di Einaudi»
Il direttore punge Mondadori e annuncia
le date del 2018: dal 10 al 14 maggio
Corriere della Sera, 23.5.2017
Di Alessia Rastelli

Salone del libro:
Omaggio a Massimo Fagioli
evento da 1500 spettatori
Alganews
Roma, 22.5.2017
di Carlo Patrignani

l Salone del Libro di Torino ha asfaltato Milano,
e per l'editoria è una bellissima notizia
File all'ingresso che non si vedevano da dieci anni,
alta partecipazione — e costante — del pubblico ogni giorno,
editori entusiasti per il clima e soprattutto per le vendite,
entusiasmo in città alle stelle: la prova che coinvolgere
i lettori e la comunità è la tattica vincente

Linkiesta, 22.5.2017

La Repubblica, 22.5.2017
Commenti
TORINO, IL SEGRETO PER VINCERE
IL DERBY DEL LIBRO
di Paolo di Paolo


Articoli sulla Psichiatria

Altrenotizie.org 23.05.17 
E' in relazione alla condanna all'ergastolo
del fidanzato di Sara Di Pietrantonio, da lui  uccisa
e  bruciata. Viene riportata una invervista
alla psichiatra Barbara Pelletti che cita
Massimo Fagioli

Il delitto di Ferrara.
Gli sms tra il figlio 16enne dei ristoratori trucidati e il complice
“Non dobbiamo lasciare tracce di sangue” -
“Il massacro dei genitori deciso un mese prima e poi nessun pentimento”

La Repubblica, 23.5.2017
Di Giuseppe Baldessaro

Sull’efferato delitto il parere dello psichiatra
e psicoterapeuta Martino Riggio
Troppo semplice dire disagio giovanile.
Tratti di una grave malattia
Affaritaliani, 14.1.2017
di Carlo Patrignani


ANCORA SULLA STAMPA DEI GIORNI PRECEDENTI:

Lettera 43 10.5.17
Heidegger, un'eredità essenziale nell'era della post-verità
Attuale come pensatore della crisi, il controverso filosofo tedesco era estremamente attento al linguaggio. Col suo richiamo a guardare “alle cose stesse”, senza lasciarsi tentare dai "si dice".
di Annalisa Terranova
qui

MicroMega 3/2017 4.5.17
Canfora: “Dobbiamo credere nell’utopia dell’uguaglianza”
intervista a Luciano Canfora di Giacomo Russo Spena

MicroMega 3/2017 4.5.17
“La sinistra deve ritrovare se stessa”. Intervista a Carlo
di Francesco Pastorino

MicroMega Almanacco di Religione 3/2017
Erri De Luca - In viaggio con l’ebraico antico  
Nonostante abbia pubblicato più di un libro dedicato al sacro, da quell’ormai lontano Una nuvola come tappeto, di sé dice che non è credente, né un biblista o uno specialista, ma solo un lettore assiduo del Libro (in ebraico antico) che non si riconosce un sentimento religioso. Erri De Luca racconta il suo primo incontro con il sacro – a otto anni – e quello con l’Antico Testamento, “il resoconto di un impatto tra una divinità e un ascolto” (di alcuni libri ha offerto traduzioni ormai notissime). E nel farlo tratteggia i contorni di una storia di gratitudine.
in libreria e nelle edicole

MicroMega Almanacco di Religione 3/2017
Moni Ovadia - Tra ebraismo e marxismo  
Dal suo primo vero impatto con la religione – l’imposizione della kippàh – al rito di passaggio del bar-mitzvah fino al discorso di Lu-ciano Segre che avrebbe cambiato il suo modo di vedere il mondo “nello spazio di un’ora”. Moni Ovadia racconta la sua parabola re-ligiosa, sempre più convinto che il senso ultimo dell’ebraismo sia rivoluzionario e miri all’edificazione di una società di giustizia fondata sulla fratellanza universale.
in libreria e nelle edicole






















Martedì 23 maggio 2017 è stato presentato ad Anagni (Fr),
presso il Liceo psico-pedagogico Regina Margherita,
il libro "Autolesionismo. Quando la pelle è colpevole" 
di C. di Agostino, M. Fabi e M. Sneider.
La registrazione dell'incontro è visibile Qui
(per le riprese si ringrazia Diego Gasparotto)





Sabato 27 Maggio 2017 è stato presentato a Firenze il libro
di L. Costantino, L. Giorgini e M. Petrucci
"Anoressia. Le patologie del comportamento alimentare".

Il video è stato prodotto dall'Associazione culturale Amore e Psiche
Le riprese sono state di Mawivideo
La diffusione sul blog garantita dal team di "Segnalazioni" 



 

La registrazione della presentazione del libro "Cronaca di un delitto annunciato" di
Adriana Pannitteri del 21 Maggio 2017, presso il salone del libro di Torino è disponibile QUI

Il video è stato prodotto dall'Associazione culturale Amore e Psiche e di Mawivideo
La diffusione sul blog garantita dal team di "Segnalazioni"




Il video è stato prodotto dall'Associazione culturale Amore e Psiche e di Mawivideo
La diffusione sul blog garantita dal team di "Segnalazioni"







ANPINEWS N. 246
BASTA CON I FASCISMI


A PROPOSITO DI «LE QUATTRO PIAGHE»...
«IN CHE MODO MALE E BENE POSSONO NON CONTRAPPORSI» !
DA "UOMINI E PROFETI" DEL 6 MAGGIO 2017 SU RAI RADIO 3























Radio 3 Rai, sabato 6 maggio 2017
”Uomini e Profeti"
Il Male nella mistica ebraica
Il male nella tradizione cabalistica ebraica che rappresenta la via mistica in cui si è declinato l'ebraismo nel corso della sua storia. La riflessione sul male è urgente in ogni epoca.
Moshe Idel  professore emerito dell'Università ebraica di Gerusalemme  è unanimemente considerato come la massima autorità degli studi sulla cabala e di storia della cabala. 
di più qui

LA REGISTRAZIONE DELLA TRASMISSIONE È DISPONIBILE QUI

La Repubblica 28.12.2016
recensione al libro di Moshe Idel
di Susanna Nirenstein
qui

Il Sole24ore 22.01.2017
E Iddio creò il Male
di Giulio Busi
qui

L’Avvenire 3.03.2017
Qabalahh Alle radici del male
di Riccardo De Benedetti
qui 
 
Corriere 16.12.16
L’origine divina del male secondo la Qabbalah: Moshe Idel

Il male primordiale nella Qabbalah, Adelphi
di Pietro Citati
qui










LEGGI QUI  

Il Comitato direttivo dell'Associazione culturale Amore e Psiche»
«Il Comitato direttivo dell'Associazione culturale Amore e Psiche, a nome di tutti i soci, si rallegra per la nomina di Simona Maggiorelli alla direzione di Left e le esprime fiducia e sentitissimi auguri per i suoi nuovi compiti». Comunicato approvato all'unanimità dalla assemblea della Associazione culturale Amore e Psiche il 29 Aprile 2017
«Dopo aver letto l’editoriale del 29 aprile di Matteo Fago su Left, sentiamo l’esigenza di manifestare la nostra più profonda solidarietà ai contenuti da lui espressi.
È un bellissimo editoriale che coinvolge tutte le persone di sinistra e le costringe ad una profonda riflessione sulla realtà umana e sociale che stiamo vivendo. Ci sentiamo pertanto impegnati a sostenere l’unico settimanale indipendente, nella sua opera di stimolo, informazione e ricerca per tutta la sinistra, invitando tutti a leggere, acquistare e diffondere Left in tutte le sedi possibili.
Associazione Amore e Psiche»





L’Associazione culturale Amore e Psiche è lieta di comunicare che dal giorno 6 maggio 2017 la propria sede di via Carroceto, 69 Roma (Metro a stazione Arco di Travertino), sarà riaperta ed accessibile nei seguenti giorni e orari:
Lunedì 17,30-19,30
Martedi 18,00-19,30
Mercoledi 17,30-19,30
Giovedì 17,30-19,30

Sabato 3 giugno e 10 giugno 11,30-13,30
Presso la sede sarà possibile consultare e prendere del materiale documentario disponibile
che comprende la raccolta della rivista Il Sogno della Farfalla dal 1992 al 2009,
le cassette VHS, i DVD e la pubblicazioni degli incontri di Ricerca  Psichiatria dei vari anni
La sede è fornita di lettore VHS, lettore DVD e fotocopiatrice.
Per eventuali richieste ed informazioni più dettagliate
potete inviare email a posta@associazioneamorepsiche.org
oppure telefonare ai seguenti numeri: 349 77 33 985 , 348 3850369 e 329 12 18 311



Venerdì 12 Maggio 2017, presentazione del libro "Gilgames. Il re, l'uomo, lo scriba".
Presso la libreria Feltrinelli di Via Appia Nuova. Roma.
Il video è adesso in HD ed è stato prodotto e realizzato
dall'Associazione culturale Amore e Psiche e da Mawivideo.



Il video è prodotto a cura dell'Associazione culturale Amore e Psiche.
Le riprese sono state realizzate da Mawivideo.

Il 29 Aprile 2017, presso l'Auditorium I.I.S.S. Galilei-Sani di Latina, C. Di Agostino, M. Fabi e M. Sneider hanno incontrato gli studenti sul tema "Gli adolescenti e il corpo"




Il 28 Aprile 2017 presso l'Auditorium del Liceo Scientifico G.B.Grassi di Latina,
Noemi Ghetti ha incontrato  gli studenti sul tema "Gramsci, la scuola e l'egemonia culturale"
per vedere il video clicca qui
(realizzazione di Maurizio Maturi)

Il 28 Aprile 2017 presso il Palazzo M - Sala del Caminetto, Latina
è stato presentato il libro di Simona Maggiorelli
"Attacco all'arte. La bellezza negata".
per vedere il video clicca qui
(realizzazione di Maurizio Maturi)




(Si ringraziano Daniele Carlevaro e William Santero - Una produzione Mawivideo)

Marzia Fabi, martedì 2 maggio,  è stata ospite nella trasmissione Uno Mattina,
all'interno della rubrica "Fa la cosa giusta" ideata e condotta dalla giornalista Giovanna Rossiello.
per vedere il video clicca qui


"SEGNALAZIONI" in Evidenza

 
L’Osservatore Romano 27.4.17
Ottant’anni fa la scomparsa dell’intellettuale italiano.
Per Gramsci la religione è necessaria
di Franco Lo Piparo
qui 
segnalazione di Livia Profeti
Left 8.4.17
Gramsci, la scuola e l’egemonia cultuarale
di Noemi Ghetti
qui 
ricevuto da Noemi Ghetti
«... Tutto ciò che è storificabile non può essere soprannaturale, non può essere il residuo di una rivelazione divina. Se qualcosa è ancora inesplicabile, ciò è dovuto solamente alla nostra incompletezza conoscitiva, all'ancora non raggiunta perfezione intellettuale. E ciò può renderci piú umili, piú modesti, non già buttarci in braccia alla religione. La nostra religione ritorna ad essere la storia, la nostra fede ritorna ad essere l'uomo e la sua volontà e attività. Sentiamo questa spinta enorme, irresistibile che ci viene dal passato, la sentiamo nel bene che ci apporta, dandoci l'energica sicurezza che ciò che è stato possibile lo sarà ancora, e con maggiori probabilità in quanto noi ci siamo scaltriti per l'esperienza altrui. E la sentiamo nel male, in questi residui inorganici di stati d'animo superati. E cosí è che ci sentiamo inevitabilmente in antitesi col cattolicismo e ci diciamo moderni.» A. Gramsci, "Avanti!", 1916





L’Espresso N.17 23.4.17
REPORTAGE Matti da slegare
Ignazio Marino, Giovanni Tizian, Alessandra Cattoi, Giampaolo Sarti

qui



L’Espresso N.17 23.4.17

CULTURE Filosofia
Novant’anni fa, nell’aprile del 1927, veniva pubblicato il capolavoro di Martin Heidegger
Essere e Tempo
Che cosa ci dice ancora oggi l’opera che ha voluto demolire la storia del pensiero occidentale
Rovatti, Vattimo, Di Cesare, Recalcati
di Marco Pacini
qui di seguito


L’Espresso N.17 23.4.17

Heidegger Quella macchia su un gigante
colloquio con Rüdiger Safranski di Stefano Vastano

qui


Left 15.8.15

Essere e tempo? No grazie
di Livia Profeti

qui
Le scoperte di Emmanuel Faye su Heidegger fondatore del nazismo,
tradotte da Livia Profeti per L'Asino d'oro edizioni, non esistono… 
L'identità della Francia? E' la psicoanalisi… 
Forse anche per questo della sinistra non restano neppure le tracce.
L'Obs (Le Nouvelle Observateur) 20.04.2017
Perché noi oggi pubblichiamo Heidegger
La spiegazione di Seuil:
Alors que l'antisémitisme du philosophe est désormais avéré,
le Seuil se lance dans l'édition de ses cours.
Michael Foessel et Jean-Claude Monod
nous disent pourquoi.
di Eric Aeschimann

ecco...per l'appunto. Sic! 
La Repubblica 29.04.2017
Compie novant’anni l’opera che ha rivoluzionato il pensiero e la cultura del Novecento
Il lapsus di Heidegger
Così il filosofo che cercava l’Essere ritrovò soltanto il Tempo
di Massimo Recalcati
qui







l’Unità 26.4.17

«Ottanta anni dopo, Gramsci  per tutti
di Massimo Franchi
pgg 12,13

con atri due articoli
l’edizione del 26 aprile è disponibile a un euro qui


Il Tirreno 30.04.2017
di Gianni Parrini
Aborto, lo psichiatra fa obiezione
Si rifiuta di dare consulenza a una donna
che vuole interrompere la gravidanza.
L'Asl convoca un incontro
qui

 
È IN CORSO UNA RISTRUTTURAZIONE PER UNA NUOVA EDIZIONE DI "SEGNALAZIONI"
IN  UNA NUOVA FASE DELLE SUE ATTIVITÀ DI INFORMAZIONE CHE AVRÀ INIZIO PRESTO. ANCHE PER POTER SUPERARE UNA SERIE DI DIFFICOLTÀ DI TIPO ANCHE MOLTO PERSONALE, ABBIAMO MESSO AL LAVORO PER QUALCHE MESE UNA REDAZIONE “SPERIMENTALE” RINGRAZIANDO DAL PROFONDO DEL CUORE TUTTI COLORO CHE CI VORRANNO DARE UNA MANO IN QUESTO NOSTRO IMPEGNO AMBIZIOSO.
LE VISUALIZZAZIONI DELLE NOSTRE PAGINE - DOPO IL PERIODO DI SOSPENSIONE CHE ABBIAMO - SUBITO STANNO RISALENDO E HANNO RAGGIUNTO LE 1400 AL GIORNO LE INFO CHE NON CONCERNONO DIRETTAMENTE L'ATTIVITÀ DI "SEGNALAZIONI" MA ALTRI CONTENUTI AD ESSA CORRELATI SONO DISPONIBILI SU QUESTA NOSTRA PAGINA FACEBOOK









LA REGISTRAZIONE È DISPONIBILE QUI
MASSIMO FAGIOLI INTERVIENE A PARTIRE DA   1:01:00





 IL CONVEGNO DELLA WORLD PSYCHIATRIC ASSOCIATIONSI E' TENUTO A CAPETOWN DAL 18 AL 22 NOVEMBRE 2016.
IL SITO DEL CONVEGNO QUI
IL PROGRAMMA COMPLETO,QUI
UN RIEPILOGO QUI
In tutto il programma disponibile on line le uniche parole evidenziate (e per ben due volte) sono quelle che compongono il nome di Massimo Fagioli.
E non lo erano nei titoli che i relatori avevano inviato alla Segreteria del Convegno...
cfr qui
A cura di Mawivideo.
Di seguito gli interventi:

Dr. Donatella De Lisi





Dr. Ludovica Costantino






Dr. Luca Giorgini































Venerdì 21 Aprile si è svolto a Roma, dalle ore 17.00 alle ore 19.00, presso la Sala Conferenze del Complesso del Vittoriano (Sala Zanardelli), la presentazione di due documentari delle registe Arianna Rossini e Floriana Pinto, in cui si cita Massimo Fagioli.
La realizzazione del video dell'evento è a cura dalla Mawivideo e sarà disponibile nei prossimi giorni su questo blog.
Si ringraziano Daniele Carlevaro e William Santero - Una produzione Netforpp Europa e Mawivideo.
Oltre alle registe, sono intervenuti Fernando Panzera (psichiatra), Alessia Barbagli (pedagoga) e Mirinda A. Karshan (sociologa)


TG3 Linea notte del 31 gennaio 2017
Marzia Fabi è intervenuta ed ha presentato il libro "Autolesionismo. Quando la pelle è colpevole".
I suoi interventi Qui e Qui

Il compositore Tony Carnevale ha rilasciato una intervista al web magazine A&B.
In questa intervista viene citato Massimo Fagioli. Qui


Sabato 22 Aprile, presso l'Auditorium dell'Istituto Superiore Russel-Newton di Scandicci, è stato presentato
il libro "Autolesionismo. Quando la pelle è colpevole" di C. Di Agostino, M. Fabi e M. Sneider
Riprese a cura di Alessandro Leonelli. Qui




lunedì 22 maggio 2017


QUI DI SEGUITO
LA REGISTRAZIONE INTEGRALE DELLA TRASMISSIONE:


gli interventi di Massimo Fagioli sono da 4:53, da 29:18, da 39:16 e da 55:58
UNA SELEZIONE (DI DIECI MINUTI) CON SOLO GLI INTERVENTI DI MASSIMO FAGIOLI NELLA TRASMISSIONE È DISPONIBILE QUI

VENERDI 30 SETTEMBRE MASSIMO FAGIOLI È STATO OSPITE PER LA QUARTA VOLTA DI LINEA NOTTE SU RAI 3
PRECEDENTEMENTE AVEVA PARTECIPATO ALL'EDIZIONE DEL 16 SETTEMBRE 2010
DISPONIBILE QUI
E A QUELLE DEL 28 NOVEMBRE 2014 E DEL 23 OTTOBRE 2015
ENTRAMBE DISPONIBILI SU QUESTA PAGINA






SABATO 15 OTTOBRE, ALLA FELTRINELLI APPIA DI ROMA!!!

CLICCA SULL'IMMAGINE IN MOVIMENTO PER FERMARLA NELLA SUA DIMENSIONE ORIGINALE





"MATERIA ENERGIA PENSIERO"
LA PRESENTAZIONE DI SABATO 15 OTTOBRE

ALLA FELTRINELLI APPIA DI ROMA.
SU "SEGNALAZIONI" È STATA TRASMESSA LA DIRETTA STREAMING
LA REGISTRAZIONE DELL'EVENTO È DISPONIBILE QUI







L'immagine a sinistra è di Lorenzo Fagioli
DOMENICA 9 OTTOBRE SU RAIUNO
MASSIMO FAGIOLI
ANNELORE HOMBERG E MARTINO RIGGIO
IN SPECIALE TG1 "VITE DI VETRO" DI ADRIANA PANNITTERI
LA REGISTRAZIONE INTEGRALE DELLA TRASMISSIONE È DISPONIBILE SU QUESTA PAGINA
DURATA COMPLESSIVA 1:25:00
I MINUTI:
da 01:12:18
da 00:31:06
da 01:07:52
da 01:09:19
da 01:19:00
inoltre una clip dal prologo è disponibile qui


E NEI TITOLI DI CODA SI LEGGE: "SI RINGRAZIA L'ANALISI COLLETTIVA"


Vite di vetro, speciale Tg1 di A. Pannitteri from SEGNALAZIONI.BOX on Vimeo
z












La vita degli esseri umani ha un inizio e una fine, diceva.
Alla ricerca sulla nascita e sulle origini del pensiero dell’uomo ha dedicato la vita intera Massimo Fagioli, lo psichiatra dell’Analisi collettiva, scomparso questa mattina all’età di 85 anni a Roma. Fagioli era nato a Monte Giberto nel 1931, in provincia di Ascoli Piceno.
Autore di 23 libri, è notissimo, in particolare, per “Istinto di morte e conoscenza”, il suo capolavoro teorico, scritto nel 1970, diffuso in decine di migliaia di copie, tradotto in molte lingue, racchiude le scoperte fondamentali della Teoria della nascita, con la quale lo psichiatra ha rivoluzionato dalle fondamenta la conoscenza sulla mente umana, a partire dalla scoperta dell’origine biologica del non cosciente.
Sabato 18 febbraio, dalle ore 10, un saluto a Massimo Fagioli è previsto in via Roma Libera 23 a Trastevere, dove per quarantuno anni ha tenuto i seminari di Analisi collettiva, originalissime sedute di psicoterapia di gruppo, uniche nel loro genere, rivolte in modo gratuito e senza distinzioni a migliaia e migliaia di persone.

ciao

 

CONTINUA A LEGGERE